I 3 migliori router wireless per VPN 2020 (classificati!)

Per coloro che hanno avuto la possibilità di consultare i miei articoli e recensioni sulla mia rete privata virtuale (VPN) che coprono top VPN come ExpressVPN, NordVPN e TorGuard, sono sicuro che potresti aver notato che la mia copertura dell’uso della VPN sui router è stata al meglio chiazzata.


Le VPN di solito hanno un numero limitato di connessioni simultanee, quindi se puoi implementarle sul tuo router e coprire più dispositivi, perché no, giusto? Sfortunatamente, come per tutto ciò che sembra troppo bello per essere vero nella vita, anche questa teoria.

Vediamo perché i router di solito creano terribili canali VPN.

La crittografia richiede risorse di sistema significative

Il motivo principale per cui molti di noi guardano alla VPN è mantenere private le nostre attività relative a Internet. Le VPN lo fanno aiutandoci a creare un tunnel sicuro tra il nostro dispositivo e un server sicuro. Cripta anche i dati che fluiscono in quel tunnel per tenerlo al sicuro.

Il processo di crittografia è esattamente la cosa principale che rende le VPN sui router una cattiva idea.

La maggior parte degli utenti VPN oggi sceglie OpenVPN in quanto offre la migliore combinazione di sicurezza e velocità disponibile. È più sicuro del protocollo PPTP molto obsoleto e, per la maggior parte, più veloce di IPSec.

Sfortunatamente, gli sviluppatori non hanno ancora reso OpenVPN un protocollo scalabile. Ciò significa che è molto singolare in natura, non essendo in grado di utilizzare processori multi-thread. Ad esempio, se il tuo computer o router afferma di eseguire un processore quad-core da 1,5 GHz, OpenVPN può eseguire un solo core a quella velocità.

Per metterlo in prospettiva, diamo un’occhiata alla crittografia a 256 bit.

La crittografia a 256 bit significa che ogni singolo bot di dati che esce dal tuo computer è crittografato con una “chiave” composta da 256 binari (1s o 0s). Ecco perché un PC o un router necessita di una notevole potenza di elaborazione per gestire la crittografia VPN.

I router sono molto meno potenti dei PC

La crittografia occupa risorse di sistema poiché stai sostanzialmente utilizzando il computer per codificare e decodificare i dati non elaborati. La velocità media del processore del tuo PC varia oggi tra 2,4 GHz e 3,4 Ghz ed è dotata di una RAM (RAM) compresa tra 4 GB e 16 GB.

D’altra parte, il router medio di livello consumer è dotato di qualsiasi cosa tra un processore da 600 MHz a 1 GHz con 128 MB a 256 MB di memoria.

Lascia che ti mostri cosa intendo usando la mia esperienza con il router wireless ASUS RT-AC1300UHP.

Con il client VPN TorGuard in esecuzione sul mio laptop Windows 10, sono in grado di raggiungere quasi la mia velocità massima consentita dall’ISP di 50 Mbps.

Test di velocità VPN TorGuard

L’esecuzione dello stesso protocollo sul mio router, tuttavia, mi fa scendere tra 13-15 Mbps. Guardando l’immagine qui sotto, noterai che anche per raggiungere questa velocità, uno dei processori del mio router funziona con una capacità superiore all’80%.

Test velocità VPN processore

Solo per farti sapere che non è causato da TorGuard, ho anche eseguito lo stesso test per ExpressVPN e NordVPN, che allo stesso modo mi hanno dato basse velocità sul mio router;

Test di velocità ExpressVPN

* Prestazioni ExpressVPN sul router

Test di velocità NordVPN

* Prestazioni NordVPN sul router

Come configurare VPN su un router

Il processo stesso di impostazione di una VPN sui router dipende dal firmware del router. Tuttavia, è un processo relativamente indolore e di solito richiede solo pochi passaggi. La maggior parte dei provider VPN avrà una guida passo-passo su come farlo.

Per mostrarti quanto è facile il processo, lascia che ti mostri come ho configurato ExpressVPN sul mio ASUS AC1300UHP.

Passaggio 1: scelta del dispositivo per la configurazione

Dopo esserti registrato a ExpressVPN, sarai in grado di accedere a una pagina di configurazione in cui puoi selezionare il dispositivo che desideri configurare per istruzioni dettagliate. Nel mio caso, ho selezionato “ASUS (incluso Merlin)”. Merlin è un firmware di terze parti per i router ASUS, ma il processo di installazione funziona allo stesso modo del firmware ASUSWRT standard.

Dopo aver selezionato il router, ti consiglio vivamente di scegliere di configurare OpenVPN. OpenVPN offre la migliore combinazione di velocità e sicurezza disponibile.

Selezione del dispositivo da configurare

Passaggio 2: configurazione OpenVPN

Dopo aver fatto clic su “Configura OpenVPN”, verranno visualizzate due caselle contenenti un nome utente e una password. Di seguito verranno visualizzati alcuni menu a discesa in cui sono elencate le principali aree in cui è possibile scegliere la posizione del server VPN. Selezionane uno e fai clic sul file di configurazione che desideri. Salvare il file .ovpn in un percorso che si ricordi.

Configurazione OpenVPN

Passaggio 3: accedere al router

Apri il browser web e vai alla pagina di accesso del router. Per i router ASUS, di solito è 192.168.1.1. Una volta effettuato l’accesso al router, nella barra dei menu di sinistra, fai clic su “VPN”

Accesso al router

Passaggio 4: aggiungere un nuovo profilo

Nella pagina VPN, seleziona la scheda “Client VPN”, quindi fai clic su “Aggiungi profilo”

Aggiunta di un nuovo profilo

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me

    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map