Le 8 migliori VPN per la Nuova Zelanda 2020 (Speed ​​Tested!)

Ad essere sincero quando il pensiero della necessità dell’uso della VPN in Nuova Zelanda mi è apparso sulla scrivania, ero un po ‘sbalordito. Dopotutto, è uno dei paesi al mondo in cui la libertà è molto apprezzata, con Freedom House che la classifica con un sorprendente 98/100 sulla scala della libertà.


Eppure i pensieri su ciò che potrebbe nascondersi sotto la superficie hanno spinto alcune ricerche e sicuramente abbastanza, una volta che ho iniziato a scavare sono venuti gli scheletri nell’armadio. Bene, alcuni comunque. Dalla sorveglianza del governo illegale alla fornitura di informazioni alle agenzie di intelligence statunitensi, la Nuova Zelanda è un focolaio di attività segrete – contro i suoi stessi residenti.

Mentre è vero che Internet non è noto per essere censurato, è comunque inquietante che non ci sia solo una, ma più fonti di sorveglianza di Internet. Ancora peggio è il fatto che il governo stia facendo delle mosse che indicano che pensa che queste attività siano necessarie e quindi, legalizzandole.

È tempo che i residenti in Nuova Zelanda cerchino il giusto servizio VPN?

Contents

GCSB ha agito al di fuori della legge

Il Government Communications Security Bureau (GCSB) è quello che passa come braccio di sicurezza interno della Nuova Zelanda. Questo fatto da solo fa sembrare un po ‘sinistro e ricorda le immagini dell’NKVD sovietico o di agenzie altrettanto oscure.

Tuttavia, la portata del suo lavoro sembra abbastanza innocente sulla carta e cioè quella di difendere la sicurezza nazionale del paese attraverso la raccolta e l’analisi delle informazioni. Sfortunatamente, come con molte agenzie di intelligence, il GCSB è noto per lavorare al di fuori della legge.

Ad esempio, si sapeva che aveva spiato illegalmente Kim Dotcom (fondatore di Megaupload), che risiedeva in Nuova Zelanda. Ancora peggio è stato il fatto che, a causa di questo caso, è stato scoperto che GCSB non capiva la propria legge e di conseguenza aveva spiato illegalmente 88 persone.

Per legge, GCSB non è autorizzato a spiare i residenti della Nuova Zelanda. A complemento di tutte queste questioni, dopo che GCSB aveva dichiarato di aver interrotto le attività di sorveglianza su Kim, è stato successivamente scoperto che le loro attrezzature continuavano a funzionare – gestite dalla National Security Agency (NSA) degli Stati Uniti, che era coinvolta nel caso.

Questo scenario solleva alcuni problemi. Il primo è che un’agenzia governativa neozelandese o ignorava le leggi del proprio paese o decise di violarle. In secondo luogo, sembrava esserci poca complicazione sulla condivisione di informazioni sul residente del paese con un’agenzia straniera.

La Nuova Zelanda può legalmente spiare i residenti

La Nuova Zelanda può spiare legalmente i residenti

Ciò che è stato descritto sopra può solo essere considerato la base di questo prossimo segmento, ovvero che a maggio 2013 il governo ha apportato modifiche alle leggi relative ai poteri GCSB, consentendo all’agenzia di raccogliere legalmente informazioni da tutti i neozelandesi.

GCSB sarebbe inoltre autorizzato a trasmettere alcune o tutte queste informazioni ad altri dipartimenti governativi, il che significa che l’intero governo potrebbe ottenere legalmente qualsiasi informazione desiderasse in qualsiasi momento. Nonostante le proteste di molte fazioni tra cui la NZ Law Society e il Human Rights Tribunal, la legge alla fine è stata approvata, trasformando efficacemente la Nuova Zelanda in un potenziale stato di polizia.

Nonostante le assicurazioni del governo che la sorveglianza all’ingrosso sui residenti non fosse condotta, il fatto è stato contestato come parte delle rivelazioni di Snowden.

Accuse di intercettazione di cavi della Croce del Sud

Tutti i dati su Internet passano attraverso una serie di enormi cavi dati che vengono instradati attraverso vari punti in tutto il mondo. Il principale punto di contatto per la Nuova Zelanda è Southern Cross Cable. Dal 2013, ci sono state varie accuse di agenzie di spionaggio che hanno attinto al Southern Cross Cable.

Il New Zealand Herald ha riferito una volta che Southern Cross Cable ha chiesto in passato all’NSA di pagarli per la sorveglianza di massa dell’attività Internet in Nuova Zelanda. Nel 2014, sono state avanzate accuse sul fatto che i punti di intercettazione fossero stati fatti sul cavo. Il governo della Nuova Zelanda ha negato tali eventi.

Le VPN sono ancora legali in Nuova Zelanda

Anche se questa può essere una preoccupazione legittima, ci sono solo una manciata di paesi in tutto il mondo che hanno completamente vietato l’uso delle VPN. Questi sono di solito i paesi con leggi più draconiane come l’Iraq e la Corea del Nord. Anche la Cina e la Russia hanno eseguito solo divieti parziali.

Per fortuna per i neozelandesi o i visitatori del paese, l’uso di una VPN è ancora perfettamente legale. Tuttavia, tieni presente che mentre il servizio stesso può essere legale, anche quello che fai su di esso deve essere legale.

Ad esempio, se svolgi attività P2P e scarichi materiale protetto da copyright, tecnicamente ne sei ancora responsabile. Quello che fa la VPN è proteggere quelle attività. Il punto cruciale è quindi utilizzare una VPN per attività strettamente legali o trovarne una che non possa essere costretta dal governo della Nuova Zelanda a consegnare i registri delle attività degli utenti.

Cosa cerchiamo in una VPN per la Nuova Zelanda

1. Privacy e anonimato

Con le storie dell’orrore più ovvie che ho condiviso di fresco nelle tue menti, è probabilmente un buon momento per me suggerire che è davvero una buona idea concentrarsi sugli aspetti di privacy e anonimato di una VPN per gli utenti in Nuova Zelanda. Sia con il governo che con l’industria privata alla ricerca di utenti, una VPN deve essere in grado di garantire che i tuoi dati e le tue attività possano essere mantenuti esattamente come dovrebbero essere: privati.

Uno dei modi migliori per garantire ciò è quello di tenere d’occhio le VPN che non solo hanno rigide politiche di non registrazione ma che si basano anche su paesi che sono lassisti nelle loro leggi sulla conservazione dei dati. Ciò certamente esclude i paesi con giurisdizione a cinque e quattordici occhi.

2. Velocità e stabilità

Con una velocità media della banda larga su linea fissa di 87.47 Mbps in Nuova Zelanda, non dovrebbe esserci un grosso problema con le VPN poiché quasi tutti i fornitori di servizi VPN di alto livello dovrebbero essere in grado di gestire questo benchmark.

3. Sicurezza

Lo spiel di sicurezza sulle VPN è lo stesso per gli utenti con sede in Nuova Zelanda che in qualsiasi altro luogo. L’equilibrio ideale è noto solo a te, come utente. Opti per la crittografia a 256 bit a rischio di velocità VPN inferiori o sei disposto ad abbassare quella barra per una maggiore velocità?

Il punto in questione è: il provider di servizi X VPN ti offre la possibilità di scegliere tassi di crittografia regolabili? Questo è probabilmente ciò che devi chiedere se questo è un problema per te.

4. spoofing di geolocalizzazione

Essendo dall’altra parte del mondo dagli Stati Uniti, gli utenti con sede in Nuova Zelanda non hanno accesso ai contenuti Netflix con restrizioni negli Stati Uniti. Questo è uno dei motivi per cui gli utenti di tutto il mondo usano le VPN – per lo spoofing della geolocalizzazione.

5. Supporto P2P

Questa non è davvero una priorità per gli utenti VPN in Nuova Zelanda poiché P2P è stato largamente ignorato qui. Tuttavia, è sempre bene avere soprattutto con la consapevolezza che il governo sta iniziando a reprimere alcune cose come i box tv Android.

Cerca VPN che hanno linee guida sul traffico P2P chiaramente enunciate nei loro termini di servizio, come TorGuard o NordVPN.

Le migliori VPN per la Nuova Zelanda

Come per tutti i miei test VPN, prima di giudicare la loro velocità giudico sempre il mio. Di seguito è la mia velocità effettiva della banda larga basata su una linea di servizio di 500 Mbps, senza una connessione VPN attiva:

Velocità di base (nessuna VPN) - Nuova Zelanda

(Visualizza qui il risultato completo del test della velocità di base)

Nota che, poiché risiedo in Malesia, la mia connessione con la Nuova Zelanda, anche senza un servizio VPN attivo, è un po ‘più spessa della mia normale velocità di connessione, che può arrivare a circa 400 Mbps. Lo scopo di collegarmi a un server di test di velocità con sede ad Auckland è di indicarlo.

Come puoi vedere, una connessione senza VPN a un server locale mi dà una velocità decente di 126 Mbps. Sospetto che una velocità così bassa sia dovuta anche al percorso infrastrutturale necessario per far rimbalzare i miei dati da qui ad Auckland. Le velocità ovviamente varieranno a volte, quindi prendilo con un pizzico di sale.

Nota

  1. Il prezzo è basato sul tasso di cambio di 1 USD = 1,51 NZD.
  2. Il prezzo indicato è basato su abbonamenti di 12 mesi. Il prezzo può diventare più economico se ti abboni per un periodo più lungo.

1. NordVPN

https://nordvpn.com

NordVPN

Velocità

Buona

Sicurezza & vita privata

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

Prezzo (NZD)

6.02 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Nessun registro
  • Uccidi l’interruttore
  • Supporta 6 dispositivi

"NordVPN è una combinazione di molte cose buone: prestazioni stabili, prezzi ragionevoli e semplicità d’uso."

NordVPN occupa un primo posto nella nostra lista delle migliori VPN per la Nuova Zelanda per molte ragioni. Uno dei primi è che hanno sede a Panama, che è anche un buon posto per le VPN. A parte questo, NordVPN ha una reputazione eccellente ed è un altro provider VPN che ha un numero enorme di server in molti paesi.

La loro rigorosa politica di non registrazione si combina con la crittografia a 256 bit di livello militare e piani di prezzo eccezionali per offrire a quasi tutti un affare a cui è difficile resistere.

Test di velocità NordVPN - Nuova Zelanda

Test di velocità NordVPN Nuova Zelanda – Auckland Server
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Con una velocità a valle di 46 Mbps, in questo round di test NordVPN ha mostrato prestazioni molto stabili nel suo server neozelandese. Ciò che li rende ancora più attraenti è che non solo consentire il traffico P2P ma hanno server appositamente ottimizzati per il traffico P2P!

Leggi la nostra recensione approfondita su NordVPN per scoprire perché è la VPN n. 1 di Bitcatcha!

2. ExpressVPN

https://www.expressvpn.com

ExpressVPN

Velocità

Buona

Sicurezza & vita privata

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

Prezzo (NZD)

12.55 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Protezione della privacy offshore
  • Crittografia completa a 256 bit
  • 148 posizioni VPN

"ExpressVPN raramente ci delude e le loro prestazioni nei nostri test di velocità in Nuova Zelanda confermano sicuramente la nostra fiducia in essi!"

Uno dei migliori servizi VPN che io abbia mai testato, ExpressVPN è stato finora la mia scelta migliore, indipendentemente dal paese per cui lo sto classificando. Ha una vasta gamma di posizioni dei server e molti server. Ancora meglio, è basato sulle Isole Vergini britanniche che è lassista nelle sue leggi sulla conservazione dei dati.

Ho testato il servizio in modo completo e non esito a raccomandarli come il principale fornitore di servizi VPN per i neozelandesi. ExpressVPN è stabile e consente l’accesso anche su una buona gamma di dispositivi.

ExpressVPN Speed ​​Test - Nuova Zelanda

ExpressVPN Speed ​​Test Nuova Zelanda – Auckland Server
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Come idea di quanto sia buono, ho confrontato la mia velocità di linea predefinita senza una VPN con un test coperto di ExpressVPN nella stessa posizione. Con ExpressVPN acceso e connesso a un server in Nuova Zelanda, sono riuscito a mostrare una solida velocità a valle di 76 Mbps.

Leggi la nostra recensione completa su ExpressVPN per capire perché è una delle nostre scelte migliori!

3. Surfshark

https://surfshark.com/

Surfshark

Velocità

Buona

Sicurezza & vita privata

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

Prezzo (NZD)

3.00 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Connessione multi-hop
  • Supporta molte piattaforme
  • Nessun registro

"Senza fronzoli e con prestazioni costanti, Surfshark si sta affermando come un forte concorrente in arrivo."

Surfshark è una scelta eccellente per i neozelandesi per un paio di motivi. A differenza di molti fornitori di servizi VPN, pone una uguale enfasi sui server nella regione dell’Australasia piuttosto che un puro focus USA-UE. Ciò significa che avrai più server più vicini al tuo paese di origine.

Dal momento che è nuovo, c’è anche la speranza che non ingombra il suo servizio offrendo funzionalità extra indesiderate. Ciò lo rende molto focalizzato sulla fornitura di un eccellente servizio di base basato su coerenza e sicurezza, completando bene le prestazioni generali.

Per il prezzo a cui arriva Surfshark, questo lo rende facilmente uno dei primi 3 in Nuova Zelanda. Non c’è davvero molto che possa discutere con ottimi prezzi e prestazioni superiori. Per salire un po ‘nei ranghi, tutto ciò che Surfshark deve fare è mettere un po’ più di tempo per costruire la fiducia con i suoi utenti, quindi vedremo dove li conduce!

surfshark speed test Nuova Zelanda

Surfshark Speed ​​Test Nuova Zelanda – Auckland Server
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Come una delle tre migliori VPN per la Nuova Zelanda, Surfshark soddisfa molto bene i requisiti di velocità. La cosa migliore di questo servizio VPN non sono velocità straordinariamente elevate, ma buone velocità su tutta la linea, indipendentemente dal server che scegli.

Forse l’unico piccolo inconveniente è che, nonostante il supporto del P2P sui loro server, le prestazioni nella condivisione dei file non sembrano davvero così alla pari nonostante le buone velocità complessive.

Scopri di più sulla sua eccellenza nella nostra recensione approfondita su Surfshark!

4. TorGuard

https://torguard.net

TorGuard

Velocità

Eccellente

Sicurezza & vita privata

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

Prezzo (NZD)

7.53 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Costruito per P2P
  • Proxy stealth TorGuard
  • Supporta 5 connessioni

"Una delle migliori VPN per la condivisione di file P2P, TorGuard è semplicemente un must per tutti gli utenti P2P in Nuova Zelanda."

Uno dei fattori decisivi più importanti nel posizionamento di TorGuard è che è un fornitore di servizi VPN molto compatibile con P2P. Non c’è molto bling sul lato rivolto all’utente, ma è notevole nelle prestazioni.

Esiste una differenza fondamentale tra TorGuard e molti concorrenti in quanto consente di scegliere il livello di crittografia che preferisci. Ciò significa che per gli utenti P2P è possibile ridurre la crittografia di un livello e godere di velocità di torrent più elevate in qualsiasi momento!

A parte questo, TorGuard ha molte altre qualità di riscatto, come velocità stabili, capacità multi-piattaforma e la capacità di bypassare i bloccanti VPN.

TorGuard VPN Speed ​​Test - Nuova Zelanda

TorGuard Speed ​​Test New Zealand – Nuovo server Plymouth
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Essendo una delle tre migliori VPN per la Nuova Zelanda, TorGuard ha ovviamente soddisfatto determinati requisiti di velocità. Ciò ha dimostrato nel mio risultato del test da un server VPN basato su New Plymouth e, di nuovo, la Nuova Zelanda dovrebbe generalmente ottenere questa velocità con pochi problemi.

L’unico aspetto negativo è che per gli utenti più giovani che sono abituati all’eleganza delle applicazioni moderne, l’interfaccia TorGuard sembrerà qualcosa del passato.

Leggi la nostra analisi approfondita su TorGuard per ulteriori informazioni!

5. CyberGhost

https://www.cyberghostvpn.com

CyberGhost

Velocità

Povero

Sicurezza & vita privata

Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5

Prezzo (NZD)

5.28 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Offre la compressione dei dati
  • Blocco degli annunci
  • Supporta 7 dispositivi

"CyberGhost offre un servizio sicuro e privato, ma forse non è su un piano di parità con ExpressVPN."

I CyberGhosties sono contenti di loro e hanno sicuramente cercato di essere alla moda e ottimisti nel loro marketing. Questo è un altro dei nomi più noti nel settore VPN, ma personalmente sento che potrebbero essere un po ‘overhyped.

Per quanto riguarda le specifiche, CyberGhost parla bene ma dopo aver superato i test con loro consiglio un piccolo pizzico di sale. Tieni presente però che questa è una classifica, quindi le mie aspettative sono piuttosto alte.

CyberGhost VPN Speed ​​Test - Nuova Zelanda

CyberGhost Speed ​​Test Nuova Zelanda – Auckland Server
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

I neozelandesi devono prendere nota del fatto che la maggior parte dei server CyberGhost si trova nella zona dell’UE, ma per fortuna ne hanno anche alcuni nella regione dell’Australasia. Sfortunatamente, la copertura qui è un po ‘più limitata e le loro velocità non sono le migliori.

Tuttavia, siamo riusciti a ottenere velocità molto utilizzabili di 20 Mbps, che è ancora sufficiente per lo streaming multimediale.

Vedi la nostra recensione completa su CyberGhost per saperne di più!

6. VPN IPVanish

https://www.ipvanish.com

IPVanish

Velocità

Eccellente

Sicurezza & vita privata

Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5

Prezzo (NZD)

9.79 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Crittografia forzata a 256 bit
  • P2P illimitato
  • Supporta 10 dispositivi

"Ottimo per il Paranoid ma forse non sarà in cima alla lista per gli utenti con sede in Nuova Zelanda, IPVanish è altamente commercializzato ma scarsamente supportato."

IPVanish ha sofferto molto negli ultimi tempi a causa del suo coinvolgimento in alcuni … diciamo, incidenti sfortunati. Tuttavia, a parte questo, prendi nota che sono sotto una nuova gestione e speriamo che tali cose diventino solo dossi nel loro passato.

Spostando questi incidenti da parte, rimangono un gigante VPN sul campo e vantano velocità impressionanti. Fortunatamente per questo, dal momento che se hai lamentele sulla loro velocità, non c’è molto che puoi fare in quanto forzano la crittografia a 256 bit su tutti senza eccezioni.

Test di velocità VPN IPVanish - Nuova Zelanda

IPVanish Speed ​​Test New Zealand – Nuovo server Plymouth
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Per quanto riguarda la velocità, IPVanish non è di solito il migliore. Le prestazioni per i loro server neozelandesi sembravano essere eccellenti e ho raggiunto velocità impressionanti fino a 63 Mbps qui. Non credo che si sia verificato un evento una tantum poiché sono riuscito a replicare i miei risultati in numerosi tentativi.

Ciò fa ben sperare per i neozelandesi che si collegheranno ai server qui, ma anche se non funziona alla grande, la vicinanza a luoghi come Singapore e l’Australia dovrebbe offrire solide alternative.

Leggi la nostra recensione approfondita su IPVanish per saperne di più!

7. PureVPN

https://www.purevpn.com

PureVPN

Velocità

Giusto

Sicurezza & vita privata

Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5

Prezzo (NZD)

5.11 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • App facili da usare
  • Larghezza di banda illimitata
  • Supporta tunneling diviso

"PureVPN è sicuramente uno dei leader in un settore completo grazie a una solida rete di server."

Ospitando oltre 2.000 server situati in oltre 140 paesi in tutto il mondo, PureVPN ha certamente l’infrastruttura necessaria per mostrarsi come leader del settore. Lo integra con eccellenti funzionalità di sicurezza di livello aziendale per proteggere i propri utenti da intrusioni o rilevamenti.

Test di velocità PureVPN - Nuova Zelanda

Test di velocità PureVPN Nuova Zelanda – Auckland Server
(Vedi il risultato del test a piena velocità)

Un grande vantaggio di provarli è che ora sono tra i pochi sul mercato che consentono l’accesso al protocollo WireGuard, un protocollo di nuova generazione che si suppone sia leggermente più avanti di OpenVPN. Tuttavia, la copertura è un po ‘limitata, con una presenza in soli cinque paesi.

Collegandomi a un server PureVPN basato su Auckland sono stato in grado di avvicinarmi a più di 43 Mbps – risultati eccellenti considerando le basse velocità raw che stavo vedendo dalla mia connessione. Direi che queste cifre sono difficili da battere e possono essere mostrate solo da un’azienda che in effetti si concentra qui.

8. FastestVPN

https://fastestvpn.com

FastestVPN

Velocità

Giusto

Sicurezza & vita privata

Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5Valutato 3 su 5

Prezzo (NZD)

1.25 / mo

Aspetti salienti delle funzionalità

  • Server ottimizzati per P2P
  • Consente il salto del server
  • Supporta 10 dispositivi

"FastestVPN non è il più veloce ma offre certamente una proposta di valore che è difficile da sfidare."

FastestVPN non è il più veloce che ho testato, ma nemmeno il più lento. Offre paesi più limitati per eseguire la connessione rispetto a molte VPN di alto livello, ma a prezzi a partire da 83 centesimi al mese è un vero affare. Hanno anche server P2P ottimizzati che li rendono buoni anche per quello.

I prezzi bassi comportano un grave inconveniente e questa è la prestazione limitata nel superare il blocco geografico. Finalmente abbiamo scoperto che FastestVPN non può permetterti di accedere ai contenuti di Netflix negli Stati Uniti o al iPlayer della BBC nel Regno Unito.!

Vai alla nostra recensione di FastestVPN per saperne di più!

Ho davvero bisogno di una VPN in Nuova Zelanda?

Questa è davvero una domanda difficile a cui rispondere ora. Gran parte di ciò che è stato così controverso sulla libertà di Internet in Nuova Zelanda è discutibile. Tuttavia, sono fermamente convinto del detto che non esiste fumo senza un incendio.

Ancora peggio dell’ignoranza è il compiacimento, e ci sono stati almeno alcuni casi altamente sospetti. Prendiamo ad esempio il governo della Nuova Zelanda che conferisce a GCSB poteri così ampi.

Tecnicamente, Joe non ha molte ragioni per voler utilizzare un servizio VPN in Nuova Zelanda, ma la mia sensazione è che mi sfregi nel modo sbagliato di sapere che qualcuno potrebbe leggere tutto ciò che invio, sapendo ogni pulsante che clicco su Internet e peggio. Perché qualcuno sarebbe d’accordo con ciò è al di là di me, anche se affermi che non c’è problema se non c’è nulla da nascondere.

Quindi, anche se non credo sia assolutamente necessario per una VPN in Nuova Zelanda, mi farebbe comunque sentire meglio se ne usassi uno mentre ero lì. Pertanto, ti consiglio di usarne uno anche se rimani lì!

Per ricapitolare, ecco le prime 3 VPN per la Nuova Zelanda:

VELOCITÀ

SICUREZZA & PRIVACY

PREZZO / MO

NordVPN

Buona

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

NZ $ 6.02

VISITA VPN

ExpressVPN

Buona

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

NZ $ 12.55

VISITA VPN

Surfshark

Buona

Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5Valutato 5 su 5

NZ $ 3.00

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map