Questa serie di blog sulla velocità del sito Web è stata una corsa divertente.

Finora, abbiamo appreso che Amazon perderebbe $ 1,6 MILIARDI (!) Se il loro sito web rallentasse.

Abbiamo anche imparato esattamente cosa sta succedendo dietro le quinte per causare il rallentamento del sito web.

Ci porta alla nostra naturale conclusione: come puoi accelerare esattamente le cose? Copriamo tutto dalla velocità del server, all’ottimizzazione e alcuni extra bonus in mezzo.

Innanzitutto, ricapitoliamo cosa sta causando una velocità lenta:

Quando carichi il mio sito Web qui su Bitcatcha, il tuo browser (Firefox, Safari, Chrome ecc.) Avvia una conversazione con il mio server Web.

Browser: “Hey web server! Puoi portarmi tutti i pezzi per visualizzare Bitcatcha.com per favore? ”

Server: “Certo, fammi trovare e inviarli attraverso”.

Quindi, il server Web inserisce tutte le parti del sito Web in un tunnel e le invia al browser per caricarle.

Sembra abbastanza semplice, ma ecco cosa rallenterà le cose:

  • Un server pigro che impiega anni per rispondere alle richieste.
  • Un server che gestisce contemporaneamente parti per molti altri siti Web.
  • Molte “parti” di siti Web di grandi dimensioni che devono essere trovate e inviate nel tunnel.
  • Un tunnel affollato.

C’è molto che può andare storto qui. Quindi, come possiamo accelerare le cose?

Velocizza il tuo sito web

Parte 1: Rendi il tuo server più veloce

1. Esegui l’upgrade a un host web migliore (ad es. Un server migliore)

Il tuo host web è la società che fornisce il server. È come affittare un appezzamento di terra su Internet, dove verranno archiviate tutte le parti del sito Web.

La maggior parte di noi tende ad acquistare il terreno più economico che troviamo. Ma questa non è necessariamente una soluzione saggia.

Gli host web economici noleggiano server affollati e piccoli. Ricorda, vuoi che il tuo server risponda rapidamente alle richieste e invii rapidamente il tuo sito Web nel tunnel al browser.

Nota

Dai un’occhiata al nostro elenco di hosting web più veloce basato sul tempo di risposta del loro server.

2. Passa dall’hosting condiviso a un VPS

Gli host web economici posizioneranno il tuo sito Web su un server insieme a tonnellate di altri siti Web. Si chiama hosting condiviso e significa che devi lottare per risorse.

Se un sito web riceve improvvisamente un sacco di traffico, rallenterà il tuo, mentre inghiottiranno la larghezza di banda.

Passando a un VPS (un server privato virtuale) o (almeno un server condiviso di fascia alta come SiteGround), l’host Web bloccherà un angolo del server condiviso solo per te. Significa che non devi preoccuparti che altri siti web rubino le tue risorse.

3. Avvicina il server al tuo pubblico

Ogni volta che qualcuno fa clic sul tuo sito, il tuo server deve inviare fisicamente le informazioni in tutto il pianeta allo schermo del computer.

Se il server si trova dall’altra parte del mondo, ci vorrà molto tempo. Se sai da dove proviene la maggior parte del tuo traffico, chiedi al tuo host web di mettere il tuo sito Web su un server più vicino al tuo pubblico principale.

4. Utilizzare una rete di distribuzione dei contenuti

Il problema con lo spostamento del server più vicino a un determinato pubblico è che qualcuno perderà. Se sposti il ​​tuo server in California, i tuoi visitatori australiani avranno tempi di caricamento lenti. Lo sono anche i tuoi visitatori europei.

Una rete di distribuzione dei contenuti, o CDN, trasferisce i tuoi dati sui server di tutto il mondo. Pertanto, quando qualcuno fa clic sul tuo sito Web, il server più vicino a loro invia le informazioni.

Significa che i tuoi visitatori ottengono una velocità super veloce ovunque si trovino nel mondo. (Per riferimento, uso Cloudflare qui in Bitcatcha.)

5. Attiva l’impostazione “Mantieni vivo”

Quando il server invia i file del sito Web nel tunnel, ogni parte viaggia separatamente. Il tuo foglio di stile CSS, il tuo logo, ciascuna delle tue immagini, ecc.

Ovviamente, il modo più efficace per farlo è inviarli tutti nello stesso grande tunnel.

È qui che entra in gioco l’impostazione “Mantieni vivo”. Quando viene attivato, il tunnel principale rimane attivo e tutto viene giù con la stessa connessione. (È super veloce).

Ma quando l’impostazione è disattivata, è necessario creare un nuovo tunnel per ogni elemento. (Questo è super lento).

La maggior parte degli host Web mantiene questa impostazione (il che è buono), ma a volte gli host condivisi chiudono le connessioni senza preavviso.

Parte 2: ottimizzare gli elementi del sito Web

Ora che abbiamo reso il tuo server il più veloce ed efficiente possibile, come possiamo ottimizzare le parti del sito web?

6. Ridurre il tempo di andata e ritorno (RTT)

Il tuo browser deve attualmente richiedere al server ogni elemento, uno alla volta. Il tuo logo, quindi ciascuna delle immagini, quindi il tuo foglio di stile CSS.

Il tempo necessario per riceverlo è di andata e ritorno.

Più viaggi di andata e ritorno devi fare, più tempo ci vorrà per caricare l’intero sito web. È come riempire la tua auto di scatole e trasferirle in una nuova casa.

Più scatole hai, più viaggi di andata e ritorno devi fare. La soluzione? Riduci la quantità di scatole che stai prendendo.

Riduci la quantità di elementi che il tuo server deve inviare nel tunnel. Meno immagini, meno codice, meno plug-in.

7. Abilita la compressione sul tuo sito web

Sfortunatamente, non è solo il numero di scatole. È quanto sono pesanti. Se tutti i tuoi elementi sono grandi e pesanti, occuperà molto spazio nel tunnel. Si muoveranno anche più lentamente. È come costruire camion. Ciascuno pieno di scatole pesanti.

Fortunatamente, puoi comprimere il tuo sito Web e tutto ciò che contiene. Utilizzando uno strumento come Gzip. (È riconosciuto dal 90% dei browser. – Sono praticamente tutti tranne pochi che usano ancora Internet Explorer 4.)

Le parti più pesanti del tuo sito sono le immagini, HTML, CSS e Javascript. Comprimendoli, puoi ridurre il “peso” medio del tuo sito durante il trasferimento.

Fatto divertente

Il peso medio di un sito Web è di 2 MB, ma cresce ogni anno di più.

8. Ottimizza le tue immagini

Le immagini sono di solito la parte più pesante di qualsiasi sito Web. Sono l’elemento di caricamento più grande, più grasso e più lento.

Inizia ritagliandoli fino alla dimensione esatta di cui hai bisogno. Non caricare immagini enormi e ridimensionarle nell’HTML. Caricali alla giusta dimensione.

Inoltre, comprimi le immagini prima di caricarle. Se stai usando WordPress, plugin come WP Smush potrebbero ridurre le dimensioni dell’immagine di un ottimo 80%!

9. … O crea sprite

Uno sprite è una singola immagine che contiene molte piccole immagini. È ottimo per condividere pulsanti o altri elementi dell’immagine.

Ora, il tuo sito web deve solo fare una richiesta, anziché dieci separate. È quindi possibile utilizzare CSS per scegliere quali parti dell’immagine vengono visualizzate dove.

10. Taglia il tuo codice

HTML è denso e pesante. È anche incredibilmente ripetitivo. Il CSS è un po ‘più snello, ma in gran parte è ridondante.

È tempo di esaminare il codice con un pettine a denti fini e di sbarazzarsi di tutti i bit non necessari.

Se stai utilizzando un modello di WordPress, Tumblr ecc., Probabilmente c’è un sacco di codice che non stai utilizzando. Questi modelli sono impostati per offrire molte opzioni per la funzionalità. Ma la maggior parte di noi non ha bisogno di tutto.

Sii spietato!

11. Disinstalla plugin inutili (WordPress)

Nel corso degli anni abbiamo tutti sperimentato tonnellate di plugin. Ma spesso dimentichiamo di disinstallarli.

Ogni plugin è un’altra richiesta del server. È un altro pacchetto pesante che blocca il tunnel ad alta velocità.

Se non lo stai usando, spegnilo.

12. Ridurre i reindirizzamenti

Per ogni reindirizzamento, i pacchetti vanno su e giù nel tunnel due volte. A meno che non sia assolutamente necessario, non utilizzare reindirizzamenti sul tuo sito Web.

Parte 3: Bonus extra

13. Ridurre le ricerche DNS

C’è una parte del processo di cui non abbiamo ancora parlato. Succede proprio all’inizio.

Prima che il browser inizi la conversazione con il server, deve trovare la posizione del server (trovando il suo indirizzo IP). È come cercare il numero del server nella rubrica. Ci vuole un po ‘di tempo. (Di solito 20-120 millisecondi).

Ci vuole ancora più tempo se ci sono più nomi di dominio associati al tuo sito web. Esempi comuni includono: blog.yourwebsite.com o domini aggiuntivi per immagini, fogli di stile e oggetti flash.

Se il tuo browser deve farlo cinque volte, potresti perdere mezzo secondo. Conservalo nel minor numero di domini possibile.

14. Memorizzazione nella cache del browser

Immagina quanto sarebbero veloci se il tuo browser potesse conservare una copia di tutti i file del sito web. In questo modo, non dovrebbe contattare il server ogni volta. Potrebbe semplicemente caricarli dalla memoria.

Ecco cos’è la memorizzazione nella cache. Significa che il tuo browser “ricorda” il sito web. Quando lo carichi per la seconda volta, è super veloce.

Accidenti! Quello era un post più lungo del solito, ma penso che ne sia valsa la pena.

Ora sai tutto quello che c’è da sapere su come rendere il tuo sito Web velocissimo. Questi trucchi potrebbero farti risparmiare secondi dalla tua velocità di carico.

Ciò significa visitatori felici. E significa più vendite.

Guida alla velocità di WordPress

Se il tuo sito Web è realizzato con WordPress, abbiamo compilato una guida dettagliata dettagliata per accelerare WordPress. Utilizziamo i passaggi esatti per caricare Bitcatcha.com in 3 secondi.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me