Google Analytics è uno strumento che molti blogger principianti, proprietari di negozi online e proprietari di siti Web tendono a sottoutilizzare. Nell’era digitale di oggi, i dati e le informazioni sono assolutamente essenziali se si desidera avere un sito Web di successo.

Come proprietario di un sito web, dovresti assolutamente avere Google Analytics installato sul tuo sito web. Abbiamo scritto una guida dettagliata in modo da poterla installare senza troppi problemi.

Ma prima di farlo, diamo un’occhiata a cosa si occupa di Google Analytics e perché è così importante in primo luogo. Se conosci già Google Analytics, puoi saltare direttamente alla guida qui sotto.

Che cos’è Google Analytics?

Come aggiungere Google Analytics a WordPress

Google Analytics viene utilizzato per raccogliere dati di utilizzo su un sito Web

In poche parole, Google Analytics è uno strumento di tracciamento di siti Web gratuito che raccoglie dati su un sito Web, come conversioni, traffico del sito Web, comportamento degli utenti e molto altro ancora. È sicuramente uno dei servizi di tracciamento dei dati più popolari attualmente disponibili.

Lo scopo di Google Analytics è di fornirti dati che puoi utilizzare per estrarre informazioni utili, ad esempio quanto traffico riceve il tuo sito Web e da dove proviene e come si comportano gli utenti quando si trovano sul tuo sito Web.

Con Google Analytics, puoi anche esportare tutti quei dati in più formati (ad es. Excel, documenti, pdf, ecc.) O persino creare la tua dashboard personalizzata che ti fornisce le informazioni di cui hai bisogno.

Cosa rende essenziale Google Analytics?

Quando si crea un sito Web WordPress, di solito si ha in mente un obiettivo.

Per un blogger, potrebbero essere le cose che ti appassionano. Per un’azienda, potrebbe essere l’avvio di un negozio online.

O forse vuoi solo un sito Web per condividere contenuti con le persone.

Indipendentemente dal motivo, desideri che le persone visitino il tuo sito Web e, per farlo, dovrai comprendere il tuo pubblico.

Da dove provengono i tuoi visitatori, che tipo di contenuti preferiscono o persino quale pagina vorrebbero visitare: tutte queste informazioni possono essere utilizzate per vedere cosa funziona e su cosa concentrarsi per migliorare ulteriormente il tuo sito Web.

Con Google Analytics, puoi vedere quali contenuti del tuo sito web risuonano con i tuoi visitatori. Da lì, puoi migliorare il tuo blog pianificando i tuoi contenuti o articoli su aree o argomenti che i tuoi lettori desiderano.

Sebbene ci siano molti vantaggi nell’utilizzo di Google Analytics, il principale vantaggio è che è gratuito. Che tu sia interessato a conoscere le analisi o meno, non fa male avere Google Analytics in esecuzione in background, che raccoglie dati per il tuo sito Web.

Quali metriche è necessario osservare?

Per i neofiti, capire tutti i dati di Google Analytics può essere un po ‘travolgente. Per aiutarti, abbiamo elencato alcuni dei dati chiave che dovresti tenere d’occhio quando li usi.

Dashboard GA

Un esempio della dashboard di Google Analytics

  1. Sorgente di traffico
    Tiene traccia della provenienza dei tuoi visitatori (ad es. Ricerca di Google, diretta sul tuo sito, annunci Google, piattaforme di social media, altro sito Web & eccetera).
  2. Pagine
    Tiene traccia del numero di utenti che carica e visualizza il tuo sito Web.
  3. Frequenza di rimbalzo
    Misura e tiene traccia del numero di utenti che arrivano alle tue pagine e se ne vanno immediatamente.
  4. sessioni
    Tiene traccia del numero di visitatori ricevuti dal tuo sito Web.
  5. Pagine per sessione (o durata della sessione)
    Tiene traccia e misura la durata di permanenza di un utente nel tuo sito Web e il numero di pagine che ha visitato in una sessione.
  6. Conversioni (o obiettivi)
    Misura e monitora il numero di visitatori che hanno completato una determinata azione sul tuo sito che hai impostato. Può trattarsi di qualsiasi cosa, dagli utenti che compilano e inviano moduli di contatto o si iscrivono per le registrazioni.

Ora che hai coperto le nozioni di base, è tempo di installare Google Analytics sul tuo sito Web WordPress!

Installazione di Google Analytics su WordPress

Per installare correttamente Google Analytics, devi eseguire una serie di passaggi.

Se sei preoccupato per la gestione dei codici, non esserlo. Ti guideremo attraverso tutti i passaggi in modo che tutto sia installato correttamente.

Cominciamo con il primo passo!

Passaggio 1: crea un account Google Analytics

  • Prima di poter aggiungere Google Analytics al tuo sito Web WordPress, devi prima avere un account Google. Se non ne hai uno, creane uno qui.
  • Una volta che hai un account, vai avanti e accedi a Google Analytics.
  • Ti verrà quindi richiesto di creare un account Google Analytics. Segui i passaggi per configurare il tuo account.

Con il tuo account Google Analytics impostato, puoi quindi procedere al passaggio successivo, che lo sta collegando al tuo sito Web WordPress.

Passaggio 2: collega Google Analytics al tuo sito WordPress

Normalmente in questo passaggio, è necessario aggiungere un codice di monitoraggio di Google Analytics al sito Web WordPress per collegarli entrambi. Ciò richiederebbe un po ‘di codifica con un codice Javascript fornito da Google.

Tuttavia, questo può essere abbastanza confuso e travolgente, soprattutto se sei un principiante o un principiante. Invece, utilizzeremo un plug-in, che non richiede di eseguire alcuna codifica.

Il plugin che ti consigliamo di utilizzare è MonsterInsights. È uno dei plugin più popolari per WordPress con oltre 2 milioni di installazioni attive ed è classificato al primo posto come plugin di Google Analytics per WordPress.

Dashboard di MonsterInsight

Un esempio di dashboard di MonsterInsights su WordPress

Per avviare immediatamente il plug-in, procedi nel seguente modo:

  1. Scarica il plug-in MonsterInsight. (Puoi optare per la versione gratuita o a pagamento)
  2. Installa e attiva il plug-in sul tuo account WordPress.
  3. Una volta installato. Vai al pannello “Impostazioni” nel menu “Approfondimenti” e fai clic su “Autentica con il tuo account Google”.
  4. Ti verrà quindi chiesto di accedere al tuo account Google e quindi dovrai consentire a Monsterinsghts di connettersi all’account Google Analytics.
  5. Il prossimo passo è impostare il tuo profilo con cui connettere il tuo sito. Dal menu a discesa, selezionare “Tutti i dati dei siti Web” sul sito Web a cui si desidera essere collegati, quindi fare clic sul pulsante “Completa autenticazione”.
  6. E hai finito! Google Analytics dovrebbe monitorare tutti i dati del tuo sito. Se vuoi vedere i rapporti dei dati, puoi andare alla sezione “Rapporti” di MonsterInsights.

Passaggio 3: analisi dei dati

Una volta installato, MonsterInsights ti fornirà una serie di informazioni sul tuo sito Web WordPress nella pagina “Rapporti”. I dati saranno rappresentati in diagrammi e grafici in modo che possano essere facilmente visualizzati e compresi.

Grafico e grafico su MonsterInsights

Usa MonsterInsights per analizzare i tuoi dati

Inoltre, puoi anche navigare tra le diverse sezioni dell’interfaccia utente per ottenere metriche e dati più dettagliati, come tassi di conversione e termini di ricerca di tendenza in Google.

Un paio di metriche che consigliamo vivamente di analizzare sono:

  1. Pagine
    Il monitoraggio del numero di visualizzazioni di pagina per sessione utente può darti un’idea di quanto siano coinvolti i tuoi utenti con il tuo sito web. Se escono rapidamente dopo una pagina, devi capire come farli rimanere.
  2. sessioni
    Comprendere il modello del flusso di traffico può aiutarti a massimizzare la visibilità dei tuoi contenuti. Ad esempio, se durante l’ora di pranzo ricevi molte sessioni uniche, la pubblicazione di contenuti durante tale periodo ti consentirà di ottenere il maggior numero di visualizzazioni.
  3. Referenti
    Se i visitatori arrivano alla tua pagina da altri siti, puoi provare a contattare quei siti per vedere se esiste una possibilità di collaborazione.
  4. Visitatori (nuovi e di ritorno)
    Conoscere la percentuale della prima volta e ripetere i visitatori può essere utile per identificare se stai attirando abbastanza nuovi segmenti di pubblico e se stai mantenendo quelli più vecchi.
  5. Utilizzo / guasto del dispositivo
    Conoscere il dispositivo utilizzato dagli utenti per utilizzare i tuoi contenuti può aiutarti a ottimizzare il design del tuo sito. Se la maggior parte dei tuoi utenti utilizza dispositivi mobili, è consigliabile avere un sito Web ottimizzato per i dispositivi mobili.

Incartare

Google Analytics è uno strumento potente.

È davvero un peccato che sia gravemente sottoutilizzato dai proprietari di siti web.

Con i dati forniti da Google Analytics, puoi imparare e comprendere meglio il tuo pubblico, il che può aiutarti a migliorare il tuo sito web nel lungo periodo.

Spero che, con questo articolo, sarai in grado di installare Google Analytics, dandoti tutte le informazioni necessarie proprio lì nella tua dashboard di WordPress!

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me