Recensione ProtonVPN: 9 Pro e 6 Contro di ProtonVPN

ProtonVPN


ProtonVPN

https://protonvpn.com/

tl; dr

ProtonVPN è in circolazione da un po ‘di tempo e l’azienda ha anche servizi di posta elettronica sicuri. La qualità e le caratteristiche che troverai qui sono un miscuglio, che non è affatto male – assicurati solo che possa fare quello che vuoi prima di iscriverti a un piano a lungo termine. Per saperne di più.

Recensione ProtonVPN: 9 professionisti & 6 contro di ProtonVPN

ProtonVPN non è il provider di rete privata virtuale (VPN) più affermato in circolazione e, di fatto, ha iniziato a fornire servizi di posta elettronica sicuri nel 2014.

Con sede a Ginevra, in Svizzera, rassicurano gli utenti in parte facendo affidamento sulle rigide normative sulla privacy del loro paese ospitante.

Cosa ci piace di ProtonVPN

1. Basato in Svizzera

La Svizzera è la patria delle Alpi, ottimo cioccolato al latte, il famoso coltellino svizzero e molte altre cose. Tuttavia, è anche famoso per la rabbia ferocia con cui protegge la privacy. Il diritto alla privacy è garantito dalla Costituzione federale svizzera (articolo 13):

“Ogni persona ha il diritto alla privacy nella propria vita privata e familiare e nella propria casa e in relazione alla propria posta e telecomunicazioni.”

Questo lo rende un luogo ideale per una società specializzata in privacy e sicurezza in cui ha sede il proprio quartier generale. ProtonVPN è una di quelle aziende, con la loro base operativa sicura a Ginevra.

2. Crittografia avanzata & protocolli

La crittografia è uno dei tratti distintivi dei fornitori di servizi VPN poiché la loro intera presenza ruota attorno alla premessa della privacy e della sicurezza. Esistono vari protocolli e livelli di crittografia che possono offrire. Alcuni provider di servizi VPN consentono agli utenti di selezionare il livello di crittografia che desiderano, ma ProtonVPN ha deciso di fare tutto il possibile e optare solo per il meglio.

Offre solo il miglior protocollo disponibile per il dispositivo che stai utilizzando. Ad esempio, la loro applicazione Windows supporta solo OpenVPN (sia TCP che UDP), mentre puoi usare IKEv2 solo per dispositivi mobili. Anche la crittografia è impostata al livello più alto possibile – AES-256.

Lo scambio di chiavi viene effettuato con RSA a 4096 bit mentre l’autenticazione dei messaggi avviene tramite HMAC con SHA384. Questo è il più sicuro possibile per uso personale.

Come nota di interesse, queste impostazioni, sebbene ottimali per la sicurezza, potrebbero non essere le migliori per tutti. Diverse persone usano VPN per scopi diversi e protocollo / crittografia è uno dei modi in cui è possibile utilizzare per modulare le prestazioni in qualche modo.

Ad esempio, se volessi utilizzare solo la VPN per bypassare i blocchi geografici sui contenuti, probabilmente vorrei l’opzione per ridurre la crittografia per ridurre la velocità della connessione che potevo ottenere.

3. Nessuna perdita, nessun registro

Parte dei miei test include sempre test di tenuta di base che includono perdite DNS e perdite WebRTC. ProtonVPN è sicuro come si dice e non sono state rilevate perdite durante il processo di valutazione. La società ha anche una rigorosa politica di non log.

Mentre molti provider VPN lo affermano, ProtonVPN ha fatto un ulteriore passo avanti e ha stabilito un Rapporto sulla trasparenza in cui elenca le richieste di informazioni che ha ricevuto dalle autorità e quali azioni ha intrapreso in merito a tali richieste.

Anche se le informazioni sono abbastanza rudimentali e non ci dicono molto, è un passo avanti positivo. Dopotutto, le aziende devono bilanciarsi su una linea sottile, in particolare le società VPN quando si tratta di legge.

4. Server core sicuri

protonvpn sicuro core server multipli

Il concetto di “Secure Core” di ProtonVPN è, in effetti, ciò che la maggior parte dei provider VPN chiama semplicemente una “soluzione multi-hop”.

Ciò significa che la tua connessione viene instradata attraverso una serie di server VPN per un ulteriore potenziale di privacy. Nel caso di ProtonVPN, il loro “Secure Core” è costituito da server in tre paesi: Svizzera, Islanda e Svezia.

Se abiliti l’opzione “Secure Core” nel tuo client VPN, la tua connessione verrà instradata attraverso uno di questi tre paesi prima di dirigersi verso il paese che hai selezionato come posizione del tuo server VPN.

5. Velocità accettabili

La velocità è uno dei problemi più delicati quando si tratta di servizi VPN e c’è sempre un argomento in corso tra clienti e fornitori di servizi. I clienti normalmente si lamentano delle “basse velocità” mentre i fornitori di servizi fanno fatica a spiegare che la velocità dipende da così tanti fattori.

A scopo di test, devo chiarire alcune cose prima di prendere semplicemente i miei risultati al valore nominale. Il primo è che il dispositivo è importante: la crittografia richiede potenza di elaborazione e le funzionalità del dispositivo potrebbero essere un fattore.

Il secondo è la distanza dal server VPN selezionato: più lontano è un server che hai scelto, più lenta sarà la tua connessione (in termini di latenza). Con questo in mente, sto eseguendo questi test su un PC desktop da una posizione fisica in Malesia.

La velocità di base della mia connessione Internet (teoricamente) è di 500 Mb, ma al momento del test sono riuscito a raggiungere solo leggermente meno di 300 Mbps:

test di velocità protonvpn malesia

Risultato del test di velocità base dalla Malesia.

Con questo in mente, vediamo come si comporta ProtonVPN durante la connessione a vari altri server in posizioni strategiche in tutto il mondo:

test di velocità protonvpn in australia

Risultato del test di velocità che si collega all’Australia.

test di velocità protonvpn singapore

Risultato del test di velocità collegato a Singapore.

test di velocità protonvpn UK Londra

Risultato del test di velocità collegato a Londra.

test di velocità protonvpn USA

Risultato del test di velocità collegato agli Stati Uniti.

core protonvpn speed secure US

Risultato del test di velocità che si collega agli Stati Uniti utilizzando Secure Core (Islanda).

Come puoi vedere, le velocità offerte da ProtonVPN sono per lo più decenti. La maggior parte di queste velocità sono sufficienti per quasi tutto, anche in streaming video 4K di alta qualità, se necessario. L’unica volta che probabilmente ti accorgerai di essere sulla VPN è se stavi cercando di scaricare un file enorme, il che potrebbe richiedere un po ‘più di tempo.

Nel risultato del test finale, durante l’utilizzo del server Secure Core in Islanda si è verificato un calo notevole sia della latenza che della velocità, che è prevedibile. Eppure, anche a queste velocità, l’esperienza di navigazione non è stata così male. È semplicemente il prezzo che devi pagare per mantenere la tua privacy su Internet.

6. Presente in 41 paesi

Come con la maggior parte dei buoni fornitori di servizi VPN, ProtonVPN ha una buona presenza in tutto il mondo – in 41 paesi, dove mantengono oltre 500 server. Pur non essendo il maggior numero di paesi e server in circolazione, è comunque un numero decente.

L’infrastruttura (sia hardware che di larghezza di banda) costa una bomba e come utente sarei molto scettico nei confronti di un fornitore di servizi che afferma di offrire un numero enorme di server a prezzi stracciati. Alcuni possono farlo, ma non così tanti.

7. Streaming Netflix & BBC iPlayer

Personalmente, uno dei miei motivi principali per l’utilizzo di una VPN è che desidero accedere al contenuto della regione di Netflix negli Stati Uniti. Questo è un fattore che è importante per me. Con ProtonVPN sono stato in grado di trasmettere in streaming i contenuti di Netflix negli Stati Uniti in modo regolare nella maggior parte dei casi, quindi darò loro un passaggio su questo.

Si noti tuttavia che ci sono stati alcuni casi in cui i server ProtonVPN non sono stati in grado di connettersi a Netflix. Non sono stato in grado di testare tutti i 500 server dispari, ma quelli su cui ho lavorato bene finora.

Allo stesso modo, per coloro che vogliono guardare l’iPlayer della BBC possono avere la sensazione che funzioni bene.

8. Supporta Tor Browser & P2P

Per l’ultraparanoico, se non sei soddisfatto di proteggere la tua connessione solo con un servizio VPN, sarai felice di notare che Tor Browser funziona anche con esso.

Tuttavia, tieni presente che non tutti i server ProtonVPN supportano Tor (fai clic qui per un elenco dei loro server e ciò che consentono su ciascuno).

P2P è anche disponibile, ma allo stesso modo limitato a determinati server.

9. Prezzi variabili

BasicPlusVisionary
Prezzo / mese $ 4 $ 8 $ 24
Numero di dispositivo 2510
Core sicuro No Sì Sì

Una delle cose migliori di ProtonVPN è che offre ai suoi clienti una scelta di ciò che vogliono pagare. Alcuni utenti desiderano un livello base di servizio a un prezzo migliore e puoi ottenerlo con ProtonVPN. In realtà, hanno anche un piano gratuito.

Il piano gratuito è molto limitato in termini di velocità e posizione del server, ma non ostacola gli utenti con larghezza di banda limitata. Puoi anche optare per altri livelli di piano che aprono l’accesso a più server, numero di dispositivi supportati e funzionalità extra.

Per quanto riguarda le VPN, direi che i loro piani di livello inferiore servono un segmento di clienti che non molti fornitori di servizi sono disposti a soddisfare. I loro piani di livello superiore sono più in linea con gli standard del settore, ma possono essere considerati costosi rispetto ad alcuni dei principali fornitori come Surfshark e NordVPN.

Cosa non ci è piaciuto di ProtonVPN

1. Server limitati della regione asiatica

Sebbene i server ProtonVPN si estendano in 41 paesi, ho notato che solo alcuni di questi servono la regione asiatica. Ottieni alcune posizioni chiave come Singapore e Hong Kong, ma per coloro che hanno bisogno di supporto a livello nazionale in questa regione rimarrete delusi.

Sebbene ciò possa essere accettabile per uso generale, i clienti che potrebbero avere esigenze specifiche come una connessione locale a fini commerciali o altrimenti saranno sfortunati.

2. Tendente ai blocchi VPN

Durante i test ho scoperto che ProtonVPN è incline a essere bloccato da più siti Web rispetto alla maggior parte delle VPN che ho provato. Questo prende la forma di entrambi i server che riconoscono la connessione VPN o la bloccano completamente ad alcuni che finiranno per avere errori casuali come irregolarità CSS.

Sfortunatamente, i problemi che ho riscontrato non erano risolvibili anche dopo aver contattato l’assistenza clienti.

Mentre riconosco che è quasi impossibile per un fornitore di servizi VPN lavorare con un tasso di successo del 100%, i problemi che sono sorti con ProtonVPN sono stati evidenti – molto più della maggior parte degli altri che ho usato finora.

3. Tende ad essere leggermente ingannevole

Ogni azienda utilizza una qualche forma di strategia di marketing, ma il motivo per cui ho semplicemente dovuto aggiungere questo come svantaggio di ProtonVPN è che i loro espedienti di marketing possono influenzare negativamente i potenziali clienti in qualche modo.

Prendiamo ad esempio la premessa dei server “Secure Core” che usano come punto di vendita chiave per promuovere i loro servizi. Il nucleo comprende Svizzera, Islanda e Svezia, ma la Svezia è in realtà un membro della comunità dei cinque occhi.

Questo mi fa sentire un po ‘a disagio e ci riporterà a fare affidamento sulla parola di ProtonVPN secondo cui non tengono registri e hanno configurato correttamente tutti i loro server per garantire che.

Altri punti di vendita come i loro server si trovano in precedenti installazioni militari sotterranee, sebbene interessanti, non hanno davvero molto effetto sulla tua privacy.

4. Disponibilità P2P limitata

Come grande fan del P2P, sono rimasto molto deluso nello scoprire che su tutti i server che ProtonVPN supporta supporta il torrenting da una manciata di paesi; Svizzera, Svezia, Singapore e Paesi Bassi. Ciò significa che se vuoi guardare Netflix US e torrent allo stesso tempo, sei sfortunato.

L’unica opzione sarà quella di utilizzare il tunneling diviso ed esentare il client torrent dal servizio VPN. Potrebbe non essere una soluzione fattibile per gli utenti di alcuni paesi con leggi sul copyright estremamente oppressive.

5. Solo supporto e-mail

Quando ho avuto difficoltà a raggiungere i siti Web, volevo chiedere aiuto, solo per scoprire che ProtonVPN non ha alcun supporto disponibile disponibile. La tua via principale di supporto è via e-mail e impiegano un po ‘di tempo per rispondere.

Ci sono volute 24 ore per rispondere alla mia e-mail iniziale (senza contare la risposta automatica) e, successivamente, ogni scambio ha richiesto circa mezza giornata per ottenere una risposta. Il ritardo non è stato il problema più grande, comunque, le risposte lo sono state.

Il tema alla base delle risposte è stato: “abbiamo molti server, se uno non fa quello che vuoi, provali tutti uno per uno fino a quando non sei fortunato”. Si può dire che ha aumentato la mia pressione sanguigna di alcuni punti.

6. Può essere difficile da configurare

La maggior parte delle VPN oggi tenta di semplificare l’utilizzo del proprio software. Così com’è, la natura della VPN li rende un grande ostacolo per coloro che non sono molto tecnicamente propensi.

Per la maggior parte, ProtonVPN ha un’interfaccia utente molto elegante per l’applicazione Windows. In effetti, adoro quella fantastica mappa del mondo foderata di neon verde della vecchia scuola.

Tuttavia, quando si tratta di dividere il tunneling, sta succedendo qualcosa di strano. Il tunneling diviso è un’opzione che molti provider hanno che ti consente di escludere determinate applicazioni o persino siti Web dal tunnel VPN. Per fare ciò, di solito è aggiungendo un’app o un URL del sito Web.

protonvpn split tunneling

Aggiungi indirizzo IPv4? Perché non accettare semplicemente un nome di dominio?

Per qualche motivo sconosciuto, per escludere un sito Web dall’app ProtonVPN è necessario trovare l’indirizzo IP di quel sito Web. Ad esempio, supponiamo che tu voglia escludere google.com dal tunnel VPN. Invece di digitare quel nome di dominio, dovrai trovare l’indirizzo IP di Google (che è 172.217.3.100).

Ad essere sincero, questo mi profuma di pigrizia sul fronte dello sviluppo e per un’azienda che è in attività da tanti anni, semplicemente ingiustificabile.

Conclusione: ProtonVPN vale il prezzo?

Come puoi vedere, ci sono circa la stessa quantità di argomenti a favore e contro ProtonVPN a cui posso pensare. Tuttavia, alla fine della giornata, molto dipenderà da cosa stai usando il servizio. Ad esempio, se sei interessato solo a proteggere la tua connessione, a connetterti a un server VPN nelle vicinanze e a dimenticare qualsiasi altra cosa, ProtonVPN probabilmente andrà bene per te.

Se hai bisogno di una soluzione molto flessibile che ti permetta di fare molte cose contemporaneamente (surf, torrent, stream, ecc.) Allora potresti aver bisogno di cercare un fornitore alternativo. Alla base, ProtonVPN va bene, ma il prezzo addebitato agli utenti per il piano Plus (per l’accesso a Secure Core e più server) – $ 8 al mese, è un po ‘alto.

I principianti delle VPN e degli utenti leggeri dovrebbero andare bene, in particolare gli utenti ultraleggeri che possono vivere con i loro piani gratuiti o di base.

Funzionalità chiave

  • ✓ Nessuna registrazione
  • ✓ Kill Switch
  • ✓ Secure Core Server
  • ✓ P2P & Supporto Netflix

Consigliato per

  • • Massima sicurezza
  • • Utente multipiattaforma
  • • Stati Uniti- & Utenti con sede nell’UE

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map